abituro

ABITURO.

Abitazione. Lat. habitatio, domicilium.
Boc. Introd. n. 27. Quanti gran palagi, quante belle case, quanti nobili abituri. E n. 33. 12. Alle quali, assai vicini di Candia, fecero bellissimi abituri.
G. V. 4. 7. 1. E crescendo borghi, e abituri fuori delle cerchia piccole. E lib. 5. 7. 2. E questo, in brieve tempo, puosono, ed afforzarono, ec. e partironlo ad abituro, in nove contrade. E lib. 10. 201. 1. Dicendo, che ciò facea per l' abituro del Papa, ordinandolo ad ogni atto d' abituro nobilmente.
Cr. 1. 7. 5. E le migliori case, in una parte, sieno deputate all' abitúro de' lavoratori. E lib. 9. 86. 2. Nel quale due gabbie, per loro abitúro, congiunte sieno.
Traduzioni

abituro

cottage, garret