acconsentíre

ACCONSENTÍRE

vedi consentíre. Lat. assentiri, consentire
G. V. 7. 54. 3. E per moneta, che si disse, che ebbe da Paglia loco, acconsentì. E lib. 12. 40. 6. Assai potra'. comprendere, per comparazione di quelle sono passate, e pronosticar delle future, acconsentiendo, che ec. E lib. 9. 214. 4. Laqual cosa, per lo popolo non era acconsentita.
Dal Bocc. gli s' aggiugne alle volte la particella MI, e SI, secondo la terminazione del neut. pass. senza però mutargli il significato.
Bocc. n. 36. 17. Dove ella a' suo' piaceri acconsentirsi volesse. E n. 67. 13. Non si vergognò di richiedermi, che io dovessi a' suo' piaceri acconsentirmi. E n. 79. 19. Io le volli dare dieci bolognin grossi, ed ella mi s' cconsentisse, e non volle.
E da questo si dice il proverbio Chi tace acconsente. Lat. Qui tacet, consentire videtur.