adonare

ADONARE

atterrare, abbassare, oppressare, domare. Lat. opprimere, domare. Gr.
Dan. Inf. c. 6. Noi passavám sopra l' ombre, ch' adona la greve pioggia.
Buti. Adona, cioè fa star giù, e doma.
E Purg. c. 11. Nostra virtù, che di leggier s' adona, non spermentar.
G. V. 6. 80. 7. E cosí s' adonò la rabbia dello ' ngrato, e superbio popolo di Firenze.
¶ In signif. neut. pass. Prendere onta, rabbia, invelenirsi, sdegnarsi. Lat. commoveri, cieri, indignari.
G. V. 12. 58. 1. Come il Re d' Ungheria, e quel di Pollonia, seppono la vergognosa morte del Re Andreas loro fratello, ec. furono molto tristi, e adonati contro la Reina sua moglie.
Fra Guitt. Rim. ant. P. N. Ben m' avería per servidore avuto, Se non fosse di fraude Adonata di quello gran dolzore.
Fav. Esopo. Nondimeno tu vieni adonata con un nocevole inganno.