agguagliare

AGGUAGLIARE

fare eguale, pareggiare, aggiustare. Lat. aequiparare, comparare, aequare.
Petr. canz. 18. 2. Ch' i' vidi quel, che pensier non pareggia, Non che l' agguagli altrui parlare, o mio.
Amm. ant. Quegli, che nel fallo s' apparecchiano, nella pena si debbono agguagliare.
Com. Inf. c. 11. La moneta, per sua natura, è disposta ad esser mezzo solamente in agguagliare ogni mercato.
G. V. 11. 3. 9. Una torre è agguagliata alla cittade.
Bocc. n. 50. 20. E certo, ch' io starei pur bene, se tu alla moglíe d' Ercolano mi volessi agguagliare. E n. 20. 21. Essere stato da agguagliare al fatto di M. Gentile.
Dan. Inf. c. 28. E qual forato suo membro, e qual mozzo, Mostrasse d' agguagliar sarebbe nulla.