albergare

albergare

(alber'gare)
verbo transitivo
1. dare ospitalità albergare un amico
2. figurato provare un sentimento nell'animo albergare una passione nel cuore

albergare

(alber'gare)
verbo intransitivo
1. essere alloggiato albergare in hotel
2. figurato essere presente Nel suo cuore alberga l'odio.

ALBERGARE

alloggiare, e ricevere uno in casa ad albergo, acciocchè si riposi, e s' adagi. Lat. hospitari, hospitio excipere.
Bocc. n. 86. 2. Alcuna volta, per un bisogno grande, non ogni persona, ma alcun conoscente albergava. E n. 5. Vedi, a te conviene stanotte albergarci. E n. 12. 4. Pur sono la notte stato in buon luogo, e bene albergato.
¶ In signific. neut. fermarsi, e star nell' albergo, dimorare, abitatare. Lat. incolere, habitare. Gr.
Petr. canz. 37. 1. Ne tanti augelli albergan per li boschi. E canz. 3. 1. A qualunque animale alberga in terra. E Son. 9. Ad albergar col Tauro si ritorna. E canz. 5. 8. Che non pur sotto bende alberga Amore. E canz. 11. 1. Spirto gentil, che quelle membra reggi, Dentro alle quai, peregrínando, alberga, Un Signor. E canz. 8. 7. Ove alberga onestate, e cortesia.
Dan. Inf. 20. Lo Carrarese, che di sotto alberga.
Bocc. n. 98. 38. Ma tolga Iddio, che, in Romano spirito, tanta viltà albergar possa giammai.
¶ Per dormire insieme con chi che sia.
Bocc. n. 61. 4. A grande agio, e con molto piacere, cenò, e albergò con la donna. E n. 33. 17. Ad albergare se n' andò segretamente con la Maddalena.
Traduzioni

albergare

hausen

albergare

demeurer, loger

albergare

настанявам, подслонявам, спирам в

albergare

afstemmen

albergare

[alberˈgare]
1. vt (letter) (sentimenti) → to harbour
2. vi (aus avere) (letter) → to dwell