andatore

ANDATORE

verbal masc. che va. L. ambulator.
Boc. n. 23. 24. Ecco onesto huomo: è divenuto andator di notte, apritor di giardini, ec.
Fr. Giord. Salv. Ritornarsi poi in Nazzarette, che v' avea ben sei giornate, a comunale andatore [cioè camminatore.]