anneghittire, e annighittire

ANNEGHITTIRE, e ANNIGHITTIRE.

Divenir lente, negligente, pigro, infingardo. Lat. pigrescere.
Passav. car. 59. L' altre utilità, che fanno le tentazioni, si è, ch' elle fanno l' huomo sollecito, ed esercitanlo, e non lo lasciano annighittire, ed essere ozioso.
Albert. cap. 22. Ma non porre loro sopra te, sì che a loro amare t' anneghittischi, che è quasi annegarsi nella infingardaggine, e nella poltroneria.
Amm. S. Padr. Non annighittire di tutto se medesimo.
Coll. S. Pad. Ne non è altro ramo di superbia, annighittíre il frate per lo digiuno, come per lo mangiare.