anteporre, e antiporre

ANTEPORRE, e ANTIPORRE

porre avanti, dare il primo grado. Lat. anteferre, praeferre.
Filoc. lib. 2. 422. Se la pietà si dovesse anteporre alla giustizia, certo ella non sarebbe mai di qua entro, per sì fatta cagione uscita.
Guid. G. Tanto il fece poi dilicato, ch' egli l' antipuose alle legioni di molti angeli.
Mor. S. Greg. Perocchè attese il Santo huomo, che la femmina gli era suggetta, e non antiposta.
Fiamm. lib. 2. 22. Vorrai tu, ec. i pochi anni al vecchio padre serbati, a' molti, che ancora a me ragionevolmente si serbano, anteporre?
¶ Per proporre. Lat. constituere.
G. V. 11. 30. 2. Antipuosono con loro opera, e degli altri legati, di levar M. Azzo del suo proponimento.