anticato, e antiquato

ANTICATO, e ANTIQUATO

assuefatto per lunghezza di tempo. Lat. diuturno tempore assuetus.
Fiamm. in fine. Si siamo nelle avversità anticati, che con quelle spalle, con le quali le maggiori cose abbiam sostenute, e sostegniamo, sosterrem le minori. E lib. 4. 125. Suole adunque esser questa a noi consuetudine antiquata, che, ec. [cioè antica, e 'nvecchiata]