apostemato

APOSTEMATO

infetto di posteme. Lat. apostemate affectus.
Cr. 1. 4. 12. avvegnachè impedisca i nervi, e nuoca a coloro, che sono apostemáti dentro.
¶ Per simil.
Passav. 310. Rimangono interi e saldi, infistoliti, e apostemáti ne' cuori, per la mala cura del medico.