ariento

ARIENTO

vedi ARGENTO
Bocc. n. 53. 4. Fatti dorare Popolini d' ariento, che allora si spendevano. E introd. n. 54. Quivi le tavole messe videro, con tovaglie bianchissime, e con bicchieri, che d' ariento parevano.
G. V. 8. 13. 2. Tutti con selle d' una assisa a palafreno, rilevate ad ariento.
Lab. 195. Io non avea in Firenze speziale alcun vicino, ec. che infaccendato non fosse, quale a fare ariento solimato, o purgar verderame, e a far mille lavatúre.