arsiccio

ARSICCIO

arsicciato, manomesso dal fuoco. Lat. adustus, praeustus.
Petr. huom. Ill. E con uno stizzo arsicio fu scritto sopra 'l sasso. Qui è sopellito Pompéo.
Dan. Purg. c. 9. Era il secondo tinto, più che perso, D' una petrina ruvida e arsiccia, Crepata, per lo lungo, e per traverso. E Inf. c. 14. Or mi vien dietro, e guarda, che non metti, Ancor li piedi nell' arena arsiccia [cioè rovente]