avacciare

AVACCIARE

affrettare, sollecitare. Lat. festinare, maturare.
G. V. 4. 10. 7. Allora egli, spaventato di paura, confessata la verità, avacciò suo ritorno in Soavia. E lib. 10. 49. 2. Aveva lettere, e messaggi de' Romani, che avacciasse sua andata.
Pallad. Quello che semini nell' Autunno, avaccialo, e quello, che semini la Primavera, tardalo.
Dan. Purg. 4. E quella angoscia, Che m' avacciava un poco ancor la lena.
¶ E neut. pass. affrettarsi, usar prestezza. Lat. properare, accelerare.
Bocc. n. 16. 19. Non potendo ciò comportare, avacciandosi, sopraggiunse l' adirato marito.
G. V. 7. 69. 2. E avacciasseli di venir nell' Isola, per iscorrer la Città di Messina.
Liv. M. Quando elli s' aggiorna, i Romani s' avacciarono un poco più d' ordinare loro battaglie. E appresso. Gli Etrurij passarono la prima giornata in consigliando, s' elli si dovevano avacciare della guerra.
Salu. Iug. R. Per la qual cosa egli tanto più attesamente studiava a vettoria, e in tutti i modi avacciava.
Dan. Purg. 6. Sí che s' avacci il lor divenir Sante.