barbato

BARBATO,

che ha barba. Lat. barbatus.
Lib. mott. A un' altro levò la barba dell' oro, dicendo, ch' aveva veduto il padre dipinto senza barba, e che non si convenia, che 'l figliuolo fosse barbato.
E per radicato, cioè, che ha radici. Lat. radicatus.
Amet. car. 46. E qual barbato, e qual senza barbe si potesse piantare.
E da questo barbatella: ramicello di vite, o d' altro albero, che si pianta in terra, acciocchè barbichi, e barbicato, che egli è, si trapianta altrove.
¶ E, per aver messe, e ferme le barbe in terra, ABBARBICATO. Lat. radicatus.
Dan. Rim. Il mio disio però non cangia il verde, Si è barbato nella dura pietra.
¶ Per metaf.
Liv. M. Se un poco di discordia vi fosse venuta, innanzi, ch' ella fosse ben barbata, e affermata.
Morg. Che quando egli è barbato, per molti anni, Convien, che molto possa un' error vecchio.
Traduzioni

barbato

bearded

barbato

barbudo