barbiere, e barbiera

BARBIERE, e BARBIERA.

da barba, che taglia, e rade la barba, e tonde, e tosa i capelli. Lat. tonsor, tonstrix.
Fav. Esop. Non s' ardivano d' andare a tondersi, e radersi la 'ncanutita barba in piazza, ma facevansi venire il barbiére in casa.
Fior di Vir. Ag. M. Promisono una gran quantità d' oro a un barbiére, che lo radeva, ed egli gli dovesse segar la gola, quando lo venisse a radere.
E per similit.
Bocc. n. 80. 5. Si ha soavemente la barbiéra saputo menare il rasoio. E. num. 6. Avvenne, che una di queste barbiere, che si faceva chiamare Madonna Iancofiore.
Dicesi Pian barbier, che 'l ranno è caldo. Quando vogliam dire, che si faccia a bell' agio, e che si vada di bello. Lat. cunctanter quaeso.
E da, barbiere, barbiería, che è la bottega del barbiere. L. tonstrina.