becco

becco

('bekːo)
nome maschile plurale becchi (ki)
1. guaina cornea che costituisce l'estremità della bocca degli uccelli Il pellicano ha un enorme becco giallo.
2. familiare scherz. la bocca di una persona
parlare / stare zitto Chiudi il becco!
figurato intromettersi
figurato essere escluso da qlco di piacevole
bere
3. sporgenza a punta il becco di una brocca
pop. non avere un soldo

becco

('bekːo)
nome maschile plurale becchi (ki)
1. maschio della capra le corna del becco
2. volgare marito tradito
detto di chi oltre al danno deve subire anche la beffa

BECCO.

il maschio della capra domestica. Lat. hircus.
Cr. 9. 76. 1. Capre, ec. anche si dee guardare, che 'l becco abbia simiglianti tettole sotto 'l mento.
Dan. Inf. c. 32. Ond' ei, come duo becchi, Cozzaro insieme tanta ira gli vinse.
G. V. 3. 2. 6. E poi borgo con la 'nsegna del becco, perocchè in quella contrada stavano tutti i beccai della Città.
E per metaf.
M. V. 4. 4. Quando giunsono a quello di Casalecchio in sul Reno, trovarono il Becco più duro a mugnere [cioè più difficultà]
E BECCO, diciamo a chi lascia giacere altrui con la propria moglie, perchè questo animale di ciò non se ne adira, sì come gli altri. Lat. corruca, dice Iunio.

BECCO

la bocca degli uccelli. Lat. rostrum.
Bocc. n. 49. 17. E questo detto, le penne, e i piedi, e 'l becco le fe, ec. Gittare avanti.
G. V. 1. 19. 2. Una colomba, che in becco l' addusse al beato Remigio.
Dan. Purg. 32. Beato se Grifon se non discindi. Col becco d' esto legno. E Par. 20. De' cinque, che mi fan cerchio per ciglio, Colui, che più al becco mi s' accosta.
Petr. canz. 42. 5. Volse in se stesso il becco Quasi sdegnando, e in un punto disparve.
E per similit. bocca. Lat. os.
Dan. Inf. c. 15. Avranno fame, Di te, ma lungi fia dal becco l' erba. E Purg. 23. La gente, che perdè Gerusalemme, Quando Maria nel figlio diè di becco [cioè si mangiò]
Diciamo Dar di becco, di chi vuol mettere la lingua in ogni ragionamento, e fare altrui del saputo addosso.
E Immollare il becco, diciamo in ischerzo, per bere.
Morg. E disse come il becco un poco immollo, Sicuro vo per boschi, e per padule.
E Mettere il becco in molle, si dice di chi comincia a cicalare, e non sa che restar restar si sia.
¶ Per metaf. La punta del navilio. Lat. rostrum.
Bocc. n. 17. 11. Trovò la gentildonna, con quella poca compagnía, che aveva, sotto 'l becco della proda della nave, tutta timida star nascosa.
¶ E BECCO, quel della campana, onde esce l' acqua, che vi stilla.
Cr. 5. 48. 14. L' acqua si riceve in alcun' altro vasello di vetro, sotto 'l becco della campana ordinato.
Diciamogli anche, e più comunemente, BECCUCCIO. sì come anche a quello delle mezzine. Lat. Rostellum.
Traduzioni

becco

Schnabel, Bokkie, Hahnrei, Ziegenbock

becco

bec, bouc, cocu

becco

клюн, човка

becco

næb, tud

becco

beko

becco

menqâr, nok

becco

becco, rostro

becco

cioc, plisc, ţap, vârf

becco

näbb

becco

choñch, ustaani

becco

zobák

becco

nokka

becco

kljun

becco

くちばし

becco

부리

becco

nebb

becco

dziób

becco

bico

becco

จงอยปากนก

becco

mỏ chim

becco

鸟嘴,

becco

becco

1/chi [ˈbekko] sm
a. (di uccello) → beak, bill
non ho il becco di un quattrino (fam) → I'm broke
b. (fam) (bocca) → mouth
chiudi il becco! → shut your mouth!, shut your trap!
mettere il becco in qc → to poke one's nose into sth
tu non mettere becco! → you keep out of this!
c. (bruciatore) → burner
becco BunsenBunsen burner
d. (di caffettiera) → spout

becco

2/chi [ˈbekko] sm (Zool) → billy-goat (fig) (fam) → cuckold