benificio

BENIFICIO.

servigio, piacere, amorevolezza, cortesia, e opera fatta per accomodare, e benificare altrui. Lat. beneficium.
Alber. cap. 9. Spesso benificio dare, è insegnar di rendere.
Bocc. proem. n. 4. Non perciò è la memoria fuggita de' benifici già ricevuti.
G. V. 6. 90. 2. Non essendo grati di molto benifici ricevuti. E lib. 7. 2. 1. E provveduto di moneta, e di altri benifici.
Dan. Purg. 5. E uno incominciò: ciascun si fida Del benificio tuo, senza giurarlo.
E per metaf.
Cr. 2. 13. 3. Ancora il benificio de' razzi del Sole, tocca imprima la corteccia di sotto [cioè prode, e utilità]
¶ Per Chiesa, che abbia rendite. Lat. sacerdotium.
G. V. 6. 44. 3. E promovendo i benifici, come fosse Papa. E lib. 5. 1. 8. Onde furon privati per lo Papa d' ogni benificio spirituale. E qui, Grado, Dignità e Privilegio.