bergolo

BERGOLO.

Leggieri, volubile, e, quel che noi diremmo, CORRIBO, cioè presto al credere, e al muoversi, da vergola, pronunziata con l' e larga, che val barca, così detta da' Viniziani, perchè di leggier si rivolta. Lat. levis, credulus.
Bocc. n. 32. 7. Si come colei, che Viniziana era, ed essi son tutti bergoli. E n. 54. 3. Chichibio, ilquale, così, come nuovo bergolo, era, così pareva. Quì diremmo anche, nuovo zugo, e nuovo pesce.
G. V. 12. 118. 1. L' altra setta, che non reggeano, ne aveano ufici in Comune (e per dispetto gli chiamavano bergoli) erano Gambacorti, e Agliati, e altri.
E per ispezie di cesta.
Cr. 2. 29. 1. In quel medesimo luogo s' attuffino ceste, che vulgarmente, in alcun luogo, si chiaman bergoli.