bollore

BOLLORE.

gonfiamento, e gorgoglio, che fa la cosa, che bolle. Lat. ebullitio fervor.
Dan. Inf. c. 21. Ma che le bolle, che 'l bollor levava. E can. 14. Ma 'l bollor dell' acqua rossa Dovea ben solver l' una, che tu fai. E can. 12. Lungo la proda del bollor vermiglio. E can. 12. Così si ritraean sotto i bollóri.
Filoc. lib. 5. 11. Nel mezzo di quella, a modo di due bollóri, si vedeva l' acqua rilevare.
¶ Per sollevamento, infiammamento d' animo. Lat. aestus.
G. V. 8. 41. 1. Essendo la Città di Firenze in tanto bollóre.
Sen. Pist. Imperciocchè, che cosa più ontosa, che filosofo, che va caendo bollóre, e romor di gente. E di sotto. Ma io ti dico veramente, ch' io non pregio questo schiamazzo, e bollòre, e romore neente più, ch' io farei romor d' un fiotto di Mare.
Traduzioni

bollore

Wallung

bollore

ebullientia

bollore

pruttelen

bollore

[bolˈlore] sm dare un bollore a qcto bring sth to the boil (Brit) o a boil (Am)
i bollori della gioventù (fig) → youthful enthusiasm sg
ti sono passati i bollori? → have you calmed down?