brache

BRACHE.

Quella parte di vestimento, che cuopre dalla cintura, infino al ginocchio. Lat. femoralia, feminalia. Fl. c. 5.
Bocc. n. 75. tit. Tre giovani traggon le brache a un giudice marchigiano in Firenze, mentre che egli, essendo al banco, tenea ragione. E num. 5. Io voglio, che noi gli traiam quelle brache.
G. V. 6. 79. 5. Che si cercasse le brache se avea paura.
E BRACHE, a certo addobbamento misero e stretto, fatto di tela, per coprir le vergogne agl' ignudi, che si dicono anche MUTANDE. Lat. subligaculum.
Ber. Or. la coda alzava nel fuggire spesso, Che non aveva, il ribaldo, mutande.
Varch. Rime in burla. E cosa antica e sciocca, Più ch' andarsi a bagnar con le mutande.
In proverbio. Le brache d' altri ti rompono il culo, di chi si vuol pigliar le brighe, che non gli toccano.
E da BRACHE BRACHETTA, che è quella parte delle brache fatta a mandorla, che sta nel fondo d' esse, e cuopre lo sparato della parte dinanzi. Lat. subligar.
E portar le brache, parlandosi di donne, dinota padronaggio, quasi che elleno si usurpino quello, che è proprio degli huomini.
Traduzioni

brache

trousers

brache

цепка

brache

braguette