buffa

BUFFA.

vanità, burla, beffa, baia. Lat. nuga, gerra.
Sen. Pist. Io ti dico per me, che io me ne giudicherò, e non finirò di far beffe di queste sottili buffe.
Teol. mist. E acciocchè questo non paia buffa, cioè che i sensi si debbano lasciare, rendasi la ragione.
Liv. M. Ma tutto teneano a buffe, e a menzogne, s' elli non trovassono le spade.
Caval. Pungil. Non c' è per niun modo, ne tempo, ne luogo di stare in buffe, ne in truffe.
Dan. Inf. c. 7. Or puoi, figliuol, veder la corta buffa De' ben, che son commessi alla Fortuna. E can. 22. Irato Calcabrino della buffa.
Ovv. Rem. Am. Sert. Quelle malíe son nulla, ma sono buffe per guadagnería.
Vale ancora VISIERA, che è quella parte dell' elmo, che cuopre la faccia, e s' alza, e cala a voglia altrui. Lat. buccula.
Onde proverbialmente. Tirar giù la buffa, vale dispregiar la vergogna, e por da banda il rispetto. Lat. perfricare frontem.
Traduzioni

buffa

funny