cacare

(Reindirizzato da cacai)

cacare

(ka'kare)
verbo intransitivo aus. avere
volgare andare di corpo
figurato mandarlo a quel paese
figurato avere molta paura

figurato essere di pessima qualità Questo film fa cacare.

cacare


verbo transitivo
1. volgare espellere defecando cacare sangue
2. gerg. figurato prendere in considerazione Non lo caco minimamente.

CACARE.

mandar fuora gli escrementi del cibo, per le parti di sotto. Lat. cacare, alvum exonerare.
Bocc. n. 28. 21. Sevvi di lungi delle miglia più di bella cacheremo. Qui è modo di favellare senza conclusione, e per parer di dire qualchè gran maraviglia, a chi non intende.
E da CACARE CACATOIO, che è il luogo dove si caca. Lat. latrina.
¶ Per metaf. CACACCIANO, d' huomo, timido, e da niente.
E Cacarsi sotto, di chi, per timidità, o per altro, nel trattar qualche negozio, si perde, ed esce di se. Fl. c. 10.
Diciamo anche CACATAMENTE, del favellare, o fare qualche altra cosa adagio, e male.
E CACAIUOLA chiamiamo il flusso del ventre, allaquale, (perchè pare, che rappresenti altrui schifiltà) diciamo, più reverentemente, soccorrenza. Lat. foria.
E da questo deriva anche SCACAZZARE, SCACAZZIO, SCACAZZAMENTO, che è quello, che s' avrebbe a fare in un tratto, e in un luogo, farlo in più, e 'n parecchi volte.
Onde il Firenzuola l' usò metaforicamente nelle novelle, per ispendere, e gettar via i danari in cose frivole, e vane.
Firenzuola Desse quaranta lire al Giannella, che la vecchia s' avea scacazzate.
Si dice anche cacheroso, che vale lezioso, e cachería, che val leziosaggine, e costume odievole.
Traduzioni

cacare

shit

cacare

cagar

cacare

cagar

cacare

chier

cacare

[kaˈkare] (fam!) vi (aus avere) vtto shit (fam!)
cacarsi sotto o addosso (fig) (avere paura) → to shit o.s. (fam!)
va' a cacare! → piss off! (fam!)