castrare

(Reindirizzato da castravan)

castrare

(kas'trare)
verbo transitivo
asportare gli organi sessuali castrare un toro

CASTRARE.

tagliare, o cavare altrui i testicoli. Lat. castrare, virilia amputare, testes execare.
G. V. 5. 57. 2. E detto Guiglielmo fece accecar degli occhi, e castrare.
Cr. 9. 63. 1. I vittelli, ec. non si deono innanzi due anni castrare.
Pallad. in questo mese, e tempo, ogni animale di quattro piedi, e spezialmente i cavalli, si castrano.
M. V. 6. 54. Cavalli, ec. e molti ne castrano, che si mantengon meglio, e più mansueti.
Tav. rit. Che perchè tu dichi, che se casto, non siete voi però castrato.
Introd. alle virt. Beato chi si castrerrà per amor del reame del Cielo.
Castrare non vuol dire altro, che ricidere, e tagliar da se ogni atto, e pensier disonesto.
E da CASTRARE CASTRAPORCELLI, che è quegli, che esercita l' arti del castrare, si gli huomini, come le bestie. Lat. chirurgus emasculatus.
Traduzioni

castrare

kastri

castrare

capar, castrar

castrare

akhté kardan

castrare

castrer, châtrer

castrare

castrar, emascular, mutilar

castrare

[kasˈtrare] vt (gen) → to castrate; (cavallo) → to geld; (gatto) → to neuter, doctor (Brit), fix (Am) (fig) (iniziativa) → to frustrate