cherico

CHERICO.

propriamente quegli, che ha la prima tonsura. Lat. clericus. Gr.
Bocc. n. 55. 17. E poco appresso, mandato un garzonetto, a guisa che stato fosse il cherico del Prete.
¶ Per qualunque persona ecclesiastica.
Bocc. Introd. n. 20. Alla più vicina le più volte il portavano, dietro a quattro, o sei cherici.
Dan. Inf. c. 7. Che gente è questa, e se tutti fur cherci. E can. 18. Che non parea s' era laico, o cherco.
Cherico vale eziandio que', che s' esercita per esser prete, e serve al sacerdote negli ufici, e ne' sacrifici.