cincischio

CINCISCHIO.

taglio mal fatto, e diseguale che si fa con forbici, o altro strumento mal tagliente, o male affilato. Qui val trinciatúra, ed è detto per tacciare.
Franc. Sacch. Non che i panni di dosso con molti cincischj, e colori si frastáglino, e ripezzino, ma le calze non basta si portino una d' un colore, e l' altra d' un altro.
E, da CINCISCHIO CINCISCHIARE.
Morg. Ma tutti gli straziava, come cani A chi le spalle, a chi 'l capo cincischía.
Il Firenz. As. d' oro. Veggendo questo ladroncello andar cincischiando le parole [cioè parlare smozzicato, e non liberamente, avviluparsi nel favellare].