conservare

(Reindirizzato da conservasse)

conservare

(konser'vare)
verbo transitivo
1. alimento confezionare un alimento in modo che non si alteri conservare le acciughe sotto sale conservare in frigorifero
2. oggetti tenere in un posto sicuro conservare i gioielli in cassaforte In questa scatola conservo le vecchie foto.
3. non buttare, non perdere Ho conservato tutti i libri di scuola. Conservo un bellissimo ricordo di quegli anni.

CONSERVARE.

tenere nel suo essere, salvare, mantenere, e difendere. Lat. conservare, tueri.
Bocc. Introd. n. 31. Natural ragione è di ciascuno, che ci nasce. La sua vita quanto può aiutare, e conservare, e difendere.
Dan. Inf. c. 23. Come suole esser tolto un' huom solíngo Per conservar sua pace. E can. 11. La mente tua conservi quel ch' udito Hai.
Petr. canz. 6. 5. E come in lauro foglia, Conserva verde il pregio d' onestate.
Traduzioni

conservare

запазвам, съхранявам, храня

conservare

conservar

conservare

bevare, gemme, spare op

conservare

konservi

conservare

hefâzat kardan, hefz kardan, negahdâri kardan

conservare

conservar, detener, preservar, reservar, retener

conservare

weka

conservare

nechat si, schovat si

conservare

pitää, säästää

conservare

čuvati, štedjeti

conservare

・・・をしまっておく, ・・・を蓄える

conservare

보관하다, 저축하다

conservare

bewaren, opsparen

conservare

oppbevare, spare

conservare

guardar, poupar

conservare

förvara, spara

conservare

เก็บ, เก็บไว้

conservare

giữ, tiết kiệm

conservare

保存, 节约

conservare

[konserˈvare]
1. vt
a. (gen) → to keep; (andatura, velocità) → to maintain
conservare la calma → to keep calm
conservare il proprio sangue freddo (fig) → to keep one's head
conservo sempre un buon ricordo di lui → I still have fond memories of him
b. (monumenti) → to preserve
c. (Culin) → to preserve; (in frigo) → to keep
conservare le cipolline sott'aceto → to pickle onions
conservare i pomodori in bottiglia → to bottle tomatoes
2. (conservarsi) vip (cibo) → to keep
conservarsi in buona salute → to keep healthy
si conserva bene (persona) → he (o she) is well-preserved