consumare

(Reindirizzato da consumano)

consumare

(konsu'mare)
verbo transitivo
1. figurato rovinare con l'uso consumare le scarpe a forza di camminare La malattia lo ha consumato.
2. denaro spendere inutilmente consumare il patrimonio
3. energia / materia anche assol. richiedere per il proprio funzionamento Il ferro da stiro consuma molta luce. Questa macchina consuma poco.
4. letterario anche assol. mangiare e bere consumare un pasto È vietato sedersi al tavolo senza consumare.

consumare

(konsu'mare)
verbo transitivo
delitto portare a termine un reato consumare un omicidio

CONSUMARE.

lograre, finire, ridurre al niente, torre l' essere. Lat. consumere, absumere.
Bocc. introd. n. 25. Non d' aiutare i futuri frutti delle bestie, e delle lor passate fatiche, ma di consumar quelli, che si trovavano presenti. E n. 7. 4. E oltr' a ciò consumarsi nell' albergo co' suo' cavalli. E n. 35. 12. E versata la terra videro il drappo, ed in quello la testa, non ancor sì consumata, che essi, ec. E nov. 79. 11. Ne quanti sieno i confetti, che vi si consumano.
Dan. Inf. c. 11. Qualunque trade, in eterno è consunto. E Par. 12. Ch' Amor consunse, come sol vapori. E can. 20. E 'l giorno d' ogni parte si consuma.
Cr. 2. 13. 13. Ancora i più savi medici commendano, che si facciano, sotto cotal letame, abitazioni a quelli, i quali son consunti [cioè attenuati] E lib. 5. 20. 2. Ed essi arbori piccoli, e quasi consunti, per vecchiezza.
Bocc. n. 18. 21. Della mia giovinezza v' incresca, la quale, come ghiaccio al fuoco si consuma per noi.
E per metaf.
Dan. Inf. c. 7. Consuma dentro te con la tua rabbia.
Petr. canz. 8. 4. Acciocchè 'l rimembrar più mi consumi. E can. 19. 3. Che dolcemente mi consuma, e strugge.
E in signif. neut. pass. patire, penare, venir meno, struggersi, affliggersi. Lat. discruciari, divexari, affligi.
Bocc. n. 18. 21. A quali, o sospiri per risposta dava, o che tutto si sentía consumare. E n. 27. 3. Per non far lieta costei, che del suo male era cagione, di vederlo consumare.
E per dar perfezione, e compimento. Lat. consummare, perficere, absolvere.
Dan. Inf. c. 2. Perchè pensando consumai la 'mpresa.
Bocc. n. 98. 23. E quinci consumato il matrimonio, lungo, e amoroso piacere prese di lei.
¶ E consumar la fatica, il tempo, impiegarsi del continuo in qualche cosa. Lat. tempus terere.
Bocc. n. 8. 4. A quel tempo soleva essere il lor mestiere, e consumarsi la lor fatica, in trattar paci, ec.
Traduzioni

consumare

forbruge, bruge op

consumare

konsumi

consumare

farsudan, kohné kardan, masraf kardan, sarf kardan

consumare

consommer, user, finir

consumare

comburer, consumer, consumer se, consummar, deteriorar, dispender, exhaurir, expender

consumare

förtära, konsumera, göra slut på

consumare

auka

consumare

harcamak, tüketmek, bitirmek

consumare

spotřebovat

consumare

käyttää loppuun

consumare

potrošiti

consumare

使い果たす

consumare

다 써버리다

consumare

opgebruiken

consumare

bruke opp

consumare

zużyć

consumare

ใช้จนหมด

consumare

dùng hết

consumare

用完, 消费

consumare

消費

consumare

לצרוך

consumare

[konsuˈmare]
1. vt
a. (logorare, scarpe, vestiti) → to wear out
b. (cibo) → to consume; (sogg, malattia, passione) → to consume, devour
desidera consumare i pasti in camera? (in albergo) → would you like to have your meals brought up to your room?
c. (usare, acqua, luce, benzina) → to use; (finire) → to use up
quanto consuma questa macchina? → what sort of mileage does this car do?
la mia moto consuma molto → my motorbike uses a lot of petrol (Brit) o gas (Am)
d. (Dir) (matrimonio) → to consummate
2. (consumarsi) vip (vestiario) → to wear (out); (candela) → to burn down; (penna, pennarello) → to run dry; (persona, per malattia) → to waste away
consumarsi (di) → to be consumed (with)