coto

COTO.

da coitare, cioè, cogitare, val pensiero. Lat. cogitatio.
Dan. Inf. c. 31. Questi è Nembrotte, per lo cui mal coto, Pure un linguaggio nel Mondo non s' usa. E Par. c. 7. Non ti maravigliar perch' io sorrida, Mi disse appresso, il tuo pueril coto, ec. Com. Espon così. Il tuo pueril pensiero non si fida ancora sopra 'l vero.