coverta

COVERTA.

coperta, cosa che cuopre, o di panno, o d' altro, ch' ella si sia. Lat. operculum, operimentum.
Vit. Crist. D. Imperciocchè furon vili bestie, e non ornate di freni, e di selle indorate, ne di coverte dilicate.
Oggi quella, che cuopre la sella de' cavalli, si chiama COVERTINA, e, con vocabolo forestiero, GUALDRAPPA. Lat. dorsuale.
M. V. 9. 4. li conveniva tenere al sereno, e al ghiaccio, ed alla neve senza coverta.
Bocc. nov. 76. 10. comperò una libbra di belle galle di gengiovo, e fecene far due di quelle del cane, le quali egli fece confettare in uno aloè patico fresco, poscia fece dar loro le coverte del zucchero.
Dan. Par. 26. E similmente l' anima primaia Mi facea trasparer per la coverta, Quanto ella a compiacermi venne gaia.
¶ Per lo palco della nave.
Bocc. n. 34. 13. Fatto sovra coverta la figliuola del Re venire, che sotto coverta piagnea.
¶ Per metaf. scusa, pretesto. Lat. praetextus, us.
Bocc. n. 63. 9. Sotto la coverta del comparatico.