cuore

cuore

('kwɔre)
nome maschile
1. anatomia l'organo principale dell'apparato circolatorio, situato nella cassa toracica trapianto di cuore
congenio meccanico che pompa il sangue in sostituzione del cuore
2. figurato sede dei sentimenti, dei pensieri e desideri amare con tutto il cuore
impietosirlo
quello prediletto
essere malvagio
volentieri Lo faccio di buon cuore.
essere buono e disponibile
ridere di gusto
interessare qlcu Mi sta a cuore la tua salute.
rassegnarsi
interessarsi con particolare zelo di qlco Ha preso a cuore la nostra storia.
figurato farlo soffrire profondamente
essere addolorato
3. figurato la vita sentimentale affari di cuore
4. figurato il coraggio di affrontare qlco mancare di cuore non avere il cuore di reagire
5. parte del petto in cui sta il cuore stringere forte al cuore
6. la parte centrale di qlco il cuore dell'Italia il cuore del carciofo
a notte fonda
7. solo pl. uno dei quattro semi delle carte francesi re di cuori

CUORE.

quel membro degli animali, dove è il seggio della vita. Lat. cor.
Bocc. n. 31. 29. O molto amato cuore, ogni mio uficio verso te è fornito. E nov. 22. 12. Non gli fosse ancora il polso, o 'l battimento del cuore, per lo durato affanno, potuto riposare. E nov. 94. 6. Vinto adunque da questo appetito, le mise la mano in seno, e, ec. gli parve sentire alcuna cosa battere il cuore a costei. E nov. 20. n. 14. Deh cuor del corpo mio, anima mia dolce, speranza mia, ec.
E per vita. Lat. vita.
N. ant. 62. 6. Comandando a Tristano, che non si partisse, sotto pena del cuore.
Petr. Son. 16. Io che temo del cuor, che mi si parte.
¶ Per animo, mente. Lat. mens, animus.
Bocc. n. 15. 1. Prima, con un poco di rossore, punse i cuori delle donne ascoltanti. E nov. 31. 4. Essendosi di lei accorto, l' aveva per sì fatta maniera nel cuor ricevuta, ec. E nov. 80. 20. Li quali ella, ridendo col cuore, e piangendo con gli occhi, prese.
Dan. Inf. c. 8. Superbia, invidia, e avarizia sono Le tre faville, ch' hanno accesi i cuori.
¶ Per ardimento, animo. Lat. audentia, audacia.
Bocc. n. 99. 15. Ma considerando, che le donne, secondo il lor povero cuore, piccole cose donano.
G. V. 7. 13. 1. Cominciarono a rinvigorire e prender cuore, e ardire.
E per similit. centro, e mezzo.
Tes. Br. 5. 14. E ciò fa egli nel cuor del verno, quando l' orribili tempeste sogliono esser nel Mare.
Dare il cuore bastar l' animo, avere ardire.
Bocc. n. 28. 7. Pur che a voi dea il cuore di segreto tenere. E nov. 79. 35. E per ciò se non vi da il cuore d' esser ben sicuro, non, ec.
Dar lo cuore a una cosa, volgervi il pensiero.
N. ant. 62. 2. Lo Re Marco diede lo cuore a crederlo. Lat. animum induxit.
Porsi in cuore, mettersi nell' animo, diliberarsi.
Boc. n. 23. 7. Hommi posto in cuore di fargliene alcuna volta dire.
Esser di buon cuore.
Bocc. n. 77. 17. Ora io vo, aspettati, e sij di buon cuore [cioè non dubitare]. Lat. bono animo es.
Essere in cuore.
Cavalc. fr. lingua. Sappi che se Moisè, e Samuel me ne pregasse, non m' è in cuore d' aiutar questo popolo [cioè non l' aiuterei]
Avere in cuore.
Alb. cap. 9. Rispondi, che tu vadi più a lunga, che tu non hai in cuor d' andare [cioè nell' animo, nel pensiero]
Far cuore, vale pigliare animo. Qui, con l' add. DURO, vale divenire ostinato.
Cavalc. fr. ling. Ma perchè, in quel giorno, niuno impedimento gli adivenne, fece cuor duro.
Esser di povero cuore, cioè d' animo vile, e abbietto.
Bocc. n. 75. 2. Li quali generalmente sono huomini di povero cuore.
Prender cuore, pigliare ardimento, divenire ardito.
G. V. 7. 13. 1. Cominciarono a rinvigorire, e a prender cuore, e ardíre.
Pregare al cuore
S. Grisost. Priegoti al cuore, carissimo frate, priegoti ritorniamo al nostro Signor Cristo Iesù:
oggi diciamo Infino al cuore [cioè con ogni affetto].
Fare a malcuore, cioè malvolentieri, a malincorpo, contr' a sua voglia. Lat. invitus.
Grad. S. Girol. In due maniere è perduta l' orazione dell' huomo, s' egli la fa a malcuore, e s' egli non perdona a colui, che di lui ha peccato.
Traduzioni

cuore

heart, ticker, by heart, choke, to set one's heart on, heartland

cuore

cœur

cuore

душа, недра, сърце

cuore

cor

cuore

srdce

cuore

hjerte

cuore

koro

cuore

del, qalb

cuore

corde

cuore

širdis

cuore

hart

cuore

serce

cuore

inimă

cuore

hjärta

cuore

moyo

cuore

serce

cuore

dil, fuwaad, jigar, khaatir, manish, qalb, zameer

cuore

sydän

cuore

srce

cuore

心臓

cuore

심장

cuore

hjerte

cuore

หัวใจ

cuore

trái tim

cuore

心脏

cuore

[ˈkwɔre] sm
a. (Anat) (fig) (cosa centrale) → heart
a cuore → heart-shaped
nel cuore della città/della notte/della mischia → in the heart of the city/middle of the night/midst of the fight
intervento a cuore aperto → open-heart operation
b. (fig) (animo) aver buon cuoreto be kind-hearted
una persona di buon cuore → a kind-hearted soul
parlare col cuore in mano → to speak frankly
col cuore in gola → with one's heart in one's mouth
senza cuore → heartless
aprire il proprio cuore a qn → to open one's heart to sb
non ho il cuore di dirglielo → I haven't the heart to tell him
il cuore mi dice che... → I feel in my heart that ...
avere un cuore da leone → to be brave-hearted
mettiti il cuore in pace, non tornerà mai più → you'll have to accept that he'll never come back
avere la morte nel cuore → to be sick at heart
nel profondo del cuore → in one's heart of hearts
ringraziare di cuore → to thank sincerely
un grazie di cuore → heartfelt thanks
ho a cuore il successo del progetto → the success of the project matters to me
mi sta molto a cuore → it's very important to me
mi si stringeva il cuore, mi piangeva il cuore → my heart ached
mi piange il cuore a vedere questo spreco → I hate to see such waste
toccare il cuore a qn → to move sb
club dei cuori solitari → lonely hearts club
c. (Carte) cuori smplhearts