dante

DANTE.

che da.
Bocc. n. 32. 3. Danti a ciascuno, che muore, più, e meno eccellente luogo.
Liv. dec. 1. I Cartaginesi altresì furon rotti, liquali, danti le spalle [cioè fuggendo]
Traduzioni

dante

Dante