debolezza, e debilezza

DEBOLEZZA, e DEBILEZZA.

astratto di debole, fievolezza. Lat. debilitas, imbecillitas.
Bocc. n. 17. 50. Ben conobbe lo Scolare alla voce la sua debolezza.
Amm. ant. Dunque lo parer bello non è, per propria natura, ma per debilezza del veder degli occhi.