di rimbalzo


Ricerche correlate a di rimbalzo: calcio di rimbalzo

DI RIMBALZO.

avverb. e vale fuor di tempo, tolta la metafora dal dare alla palla, al secondo, o al terzo balzo, che non è il buon del giuoco.
Virg. M. La lancia gli getta: quella, partita dallo scudo d' Enea, di rimbalzo si ficca ne' fianchi d' Antore [cioè per ripercotimento]
Passav. 289. La vanagloria, ec. non è contraria, se non fosse di rimbalzo, o per indiretto.
¶ Per metaf. a caso, per la non pensata. Lat. temerè, inconsultò.
Fr. Giord. Salv. Pensate voi forse, che fosse opera d' abbattimento, che s' avvenisse così di rimbalzo? no. E altrove. Camm. Rin. Anche hae provedenza di provveder tutte le cose, e non gli vengono le cose di rimbalzo, come a noi.
Lib. motti. Diceva Pescione da Castelfiorentino, che avea un noioso compagno. Oimè, ch' io muoio di rimbalzo, per le bestemmie, ch' erano mandate a quel suo compagno [cioè moriva per colpa d' altri, e senza proposito]
Caval. Fr. lin. Or questo sia detto di rimbalzo, ma non senza grande cagione [cioè per incidenza]. Lat. obiter.
Dan. Inf. c. 29. Con altri, che l' udiron di rimbalzo.
Com. Dice di rimbalzo, perchè, per obbliquo, e non per diritto, a loro venne il sermone: e per l' una novità risurse di rimbalzo l' altra.