diliberare, diliverare

DILIBERARE, DILIVERARE.

liberare. Lat. liberare, eripere.
Bocc. nov. 82. 2. Una giovane, ec. Se, da un soprastante pericolo, leggiadramente parlando, deliberò.
G. V. 9. 315. 1. Diliberò di sua prigione Federigo Duca d' Ostericch. E cap. 329. 3. Sperando, per la sua venuta, esser vendicati, e diliberi dalla forza del Tiranno. E lib. 12. 101. 1. Alla fine, non trovandosi in colpa, e a priego de' frati, fu dilibero.
Dan. Par. c. 2. Da questa instanzia può diliberarti Esperienza.
Petr. Son. 61. Ben venne a dilivrarmi un grande amico; Per somma, ed ineffabil cortesia.
¶ Per istatuire, stabilire, risolvere, diterminare. Lat. constituere, decernere.
Bocc. nov. 7. 7. Diliberò di volere andare a veder la magnificenza di questo Abate.
Petr. can. 39. 8. Che pur diliberando ho volto al subbio Gran parte ormai della mia tela breve [cioè consultando]
Bocc. n. 37. 1. Panfilo s' era della sua novella diliberato [cioè spedito]
N. ant. 57. 6. Allora fue deliberato M. Alardo della promessa [cioè assoluto]
¶ Per risolvere giudicando, spedire. Lat. dirimere, expedire.
Liv. M. E si puose a seder nel sedio reale, e alcuno piato diliverava, e d' alcuno s' infingea, dicendo, che ne voleva parlare al Re.
¶ Per tor via, annullare, scancellare. Lat. delere, auferre.
Vita S. Margh. Questo Prefetto empio d' ira, si ti vuole distruggere, e diliverare lo tuo nome di terra.