dilungamento

DILUNGAMENTO.

allontanamento. Lat. recessus, us.
M. V. 1. 93. Parendo loro, che il dilungamento da quello, al bisogno, e lieve stato, ch' avieno, fosse pericoloso.
Com. Purg. 23. Otto sono li rimedj, contr' a questo vizio (cioè gola) il sermon divino, temperata occupazione, dilungamento di quelle cose, che danno cagion di troppo mangiare [cioè l' astenersi, tenerle lontane da se]
¶ Per prolungamento, dilazione. Lat. dilatio, prorogatio.
Serm. Sant' Agostino D. E sarà quella vicitazion meritoria, sanza dilungamento di tempo, e sanza alcuna scusazione.