dimoro

DIMORO.

dimoranza.
G. V. 9. 303. 2. Per lo dimoro, ch' avieno fatto in su la Guisciána, molti n' ammalarono.
M. V. 1. 10. Lodovico Re d' Ungheria, giunto ad Aversa, fece suo dimoro in quel luogo.
Tes. Br. 3. 5. Perciocchè prende male fumositadi dalla terra, per troppo lungo dimoro, che v' ha fatto. E lib. 7. 34. Caccia tutti i dimori, che sempre nocciono a quelli, che sono apparecchiati.
Dan. Inf. 22. Dimandò il Duca mio, senza dimoro, Chi fu colui.