dirittura

dirittura

(diri't:ura)
nome femminile
1. rettitudine morale una persona di grande dirittura morale
2. tratto rettilineo
a. sport ultimo tratto rettilineo prima del traguardo I corridori sono in dirittura d'arrivo.
b. figurato parte finale di un lavoro o di una contrattazione La trattativa è in dirittura d'arrivo.

DIRITTURA.

bontà, e il giusto, e l' onesto. Lat. directum, rectum, iustitia.
Bocc. nov. 2. 3. La cui dirittura, e la cui lealtà veggendo Giannotto.
G. V. 11. 3. 5. Sì come la nostra niquitade biasimasse la nostra dirittura.
Amm. ant. la infinta dirittura, non è dirittura, ma doppia iniquità.
Lucano. Catone era aspro, e fiero, e forte in dirittura guardare, in giustizia mantenere.
Dan. Par. 20. Tutto 'l suo amor laggiù pose a drittura.
¶ Per imposta, e tributo. Lat. vectigal, tributum, census.
M. V. 7. 62. Franchi, e liberi d' ogni dazio, gabella, e dirittura.
¶ Per, ragione, azione, termine legale. Lat. ius.
M. V. 9. 98. Con tutte le ville, terre, e fortezze, e diritture di quella, come teneva il Conte diretanamente.
Traduzioni

dirittura

integrity

dirittura

ligne droite

dirittura

alineamento, direction, integritate, linea recte, rectitude

dirittura

[diritˈtura] sf
a. (Sport) dirittura (d'arrivo)(home o final) straight
b. (fig) (rettitudine) → rectitude