disio, e disiro

DISIO, e DISIRO.

disiderio. Lat. desiderium, cupiditas.
Bocc. n. 5. 4. Gli potesse venir fatto, di mettere ad effetto al suo disio. E n. 13. 16. Iddio ha mandato tempo a' miei disiri.
Dan. Purg. 4. Dico con l' ale snelle, e con le piume Del gran disio.
Petr. Son. 6. Sì traviato e 'l folle mio disio. E Son. 11. E se 'l tempo è contrario a' be' disiri. E Son. 60. Più non mi può scampar l' aura, ne 'l rezzo, Si crescer sento il mio ardente disiro. E Son. 78. Gridando d' un gentil desire avvampo, Col Signor mio.