disutile, e disutole

DISUTILE, e DISUTOLE.

sanza utilità, inutile, senza prò. Lat. inutilis.
M. V. 1. 27. Perdè tempo cinque mesi al disutile assedio.
Cavalc. fr. ling. Ma acciocchè da questa opera niuno si possa scusare, ne dire, che cosa sia vile, o penosa, o disutile.
¶ Per inetto. Lat. ineptus, non aptus.
G. V. 1. 19. 6. Il detto Ilderíco Re, sì come huomo disutile al reame, fu disposto della Signoría.
Cr. 12. 2. 2. E tagliansi loro le radici disutoli. E num. 3. Nettargli da tutti i superflui rami, secchi, e scabbiosi, e disutoli.
Dicesi DISUTILACCIO. d' uno sciammanato, disadatto, e che non gli s' avvenga a far nulla. Lat. ineptus, insipidus.
Firenz. As. d' oro. Struggendosi di baciarle il disutilaccio, egli le imbavava tutte.