divisato

DIVISATO.

add. da divisare. Qui contraffatto. Lat. inversus.
Bocc. n. 65. 11. Parendogli ogni altra cosa sì del tutto esser divisato, che esser da lei riconosciuto, a niun partito, credeva.
Tes. Br. 5. 23. E quando lo videro così divisato a loro natura, elle corsero addosso alla femmina, e ucciserla villanamente.
Bocc. n. 81. 4. Era così contraffatto, e di così divisato viso, che, ec.
G. V. 10. 154. 1. Reti, e intrecciatoi di perle, e altri divisati ornamenti di testa, di gran costo, e simili di vestiti intagliati di diversi panni [cioè varj, e variamente intessuti]. Lat. variegatus. E lib. 12. 107. 3. Vestiti tutti d' un panno divisato, molto apparente [cioè di varj colori. Lat. discolor.]