domare

(Reindirizzato da domarono)

domare

(do'mare)
verbo transitivo
1. animale rendere docile un animale selvatico domare un leone
2. mettere fine a una rivolta e sim. domare un'insurrezione
spegnerlo
3. privare della libertà, costringere alla sottomissione domare una popolazione
4. frenare il proprio temperamento, i propri sentimenti e sim. domare le passionigli impulsi

DOMARE.

proprio delle bestie da cavalcare, e da portar soma, e da traíno, vale far mansueto, trattabile, maneggiabile. Lat. domare, gre.
Cr. 9. 59. 3. Gli asini cominciansi a domare, e ammaestrare, ec. poichè saranno nel terzo anno pervenuti. E cap. 63. 3. ancora si debbono domare i buoi nel tempo di tre anni. E cap. 4. 1. Varro dice, che 'l cavallo, che si doma, compiuti i tre anni, diventa migliore.
¶ Trasferito ad huomo, rintuzzare, mortificare gli affetti, umiliare, ammansare. Lat. domare, fraenare.
Passav. 229. acciocchè con cose vilissime si domasse l' umana superbia.
Lab. n. 155. la rabbiosa furia della carnal concupiscenzia, con astinenzia mirabile, domarono, e vinsero.
G. V. 10. 144. 4. Forse, o senza forse, ancora non erano purgati i peccati, ne domata la superbia, ne l' usure, ne i malabbiati guadagni.
Dan. Purg. c. 11. Che la cervíce mia superba doma. E can. 13. Spirto diss' io, che per salir ti dome.
Petr. canz. 41. 1. Un' altra pruova, Maravigliosa, e nuova, Per domar me convienti vincer pria. E cap. 3. Ora in atto servil se stessa doma.
G. V. 8. 64. 3. Per la cui forza domarono quasi tutta Campagna, e terra di Roma [cioè soggiogarono]
diremmo anche, i panni alquanto consumati, DOMI.
Traduzioni

domare

дресирам, укротявам

domare

domar

domare

dompter

domare

domar, mansuefacer

domare

evcilleştirmek

domare

ترويض

domare

馴服

domare

驯服

domare

[doˈmare] vt (belva) → to tame; (cavallo) → to break in (fig) (popolo, rivolta) → to subdue; (incendio) → to bring under control; (passione) → to master, control