enfiato

ENFIATO.

sust. enfiagione. L. tumor, tuber.
G. Vill. 12. 84. 7. Certi enfiati chiamati gavoccioli, e tali ghianducce.

ENFIATO.

Add. Lat. tumefactus.
Bocc. n. 37. 13. Insieme con la sua Simona, così enfiati, ec.
Dan. Inf. c. 7. Poi si rivolse a quella enfiata labbia, e disse.
¶ Per metaf. gonfio, superbo, altiero. Lat. superbus, tumidus.
Cavalc. med. cuor. Levandosi alquanti enfiati di vanità, volendosi ciascun far nome, scrissono, e seminarono diversi errori, e sette.
Coll. S. Pad. O vero traendogli ad errore di resíe, e d' enfiate presunzioni.
Amm. ant. E indi noi enfiati di varie opinioni, cadiamo in innumerabili peccati.
Traduzioni