esca

esca

('eska)
nome femminile
1. cibo per catturare animali mettere l'esca all'amo
2. figurato proposta, lusinga e sim. che attira qlcu, spec. per ingannarlo Ha gettato l'esca, proponendomi un aumento.

ESCA.

cibo, ma proprio de gli uccelli, e de' pesci, benche si dica anche talvolta di quel dell' huomo.
Dan. Purg. c. 2. Subitamente lasciano star l' esca.
Cresc. lib. 3. 6. 4. Il seme suo è ottimo per gli uccelli, e volentieri lo beccano, e piglian per esca.
G. V. 12. 72. 2. E quasi non rimasono colombi, e polli per difetto d' esca.
¶ Per metaf. inganno. dal mostrar, che si fa l' esca a questi animali, con essa allettandoli, per pigliargli.
Lab. num. 117. avendo nell' esca nascosto l' amo.
Caval. Med. cuor. Cautamente convien pensare il lacciuolo occulto, e l' amo posto nell' esca del diletto.
Petr. Son. 133. Ch' io non curo altro ben, ne bramo altra esca. E can. 8. 4. Che mi conduce all' esca, Onde 'l mio dolor cresca.
¶ Per quella materia, che si tiene sopra la pietra focaia, perchè vi s' appicchi 'l fuoco, che se ne cava col focíle. Lat. fomes.
Dan. Inf. c. 14. Onde la rena s' accendea, com' esca, Sotto focíle.
Traduzioni

esca

измама

esca

mading

esca

logaĵo, logilo, tindro

esca

ta'mé, to'mé

esca

esca

esca

aas, lokaas

esca

atracţie, ispită, momeală, nadă

esca

agn [om fisk], bete

esca

yem

esca

baehlawa, laalach, phuslaahaT, tama^

esca

诱饵

esca

návnada

esca

미끼

esca

誘餌

esca

เหยื่อ

esca

الطعم

esca

[ˈeska] sf (anche) (fig) → bait
mettere l'esca all'amo → to bait the hook