fastidio

fastidio

(fas'tidjo)
nome maschile
1. senso di disagio, avversione e sim. Il fumo mi dà fastidio. recare fastidio
2. ciò che reca disturbo, molestia avere dei fastidi sul lavoro

FASTIDIO.

Noia, tedio, rincrescimento. Lat. fastidium, taedium, molestia.
Bocc. n. 32. 8. Disse tante cose di questa sua bellezza, che fu un fastidio a udire.
Amm. ant. I frutti, che di poi pochi dì verranno in fastidio, dilettano altrui.
Petr. Son. 236. Ch' altro rimedio non avea 'l mio cuore Contra i fastidi, onde la vita è piena [cioè molestia]
¶ Per modo di procedere fastidioso. Lat. morositas.
Bocc. n. 64. 8. Or' ecco, io non posso più sostener questo tuo fastidio: Dio tel perdoni.
G. V. 12. 71. 1. Ed era il loro un gran fastidio, che con maggiore audacia, e prosunzione, usavano il lor maestrato.
¶ Per ogni sorta di sporcizia, e di porchería. Lat. spurcitia.
M. V. 3. 88. Agli ambasciadori di catun Comune, fu fatto vergogna, e gittato addosso, cavalcando per la Città, vituperoso fastidio.
Cr. 9. 68. 3. E levar loro il fastidio, cioè l' abbominazione.
Traduzioni

fastidio

грижа, досада, неприятност, яд

fastidio

ĉagreno, ĝeno

fastidio

aziyat, azyat, cendeš, mozâhemat

fastidio

enoio, incommoditate, molestia, perturbation

fastidio

necaz, neplăcere, plictiseală, preocupare, supărare

fastidio

huzuni, udhia, usumbufu

fastidio

acı keder, eziyet

fastidio

/di [fasˈtidjo] sm (disturbo) → trouble, bother
che fastidio! → what a nuisance!
dare fastidio a qn → to bother o annoy sb
sento un po' di fastidio → it hurts a bit
il rumore mi dava fastidio → the noise was annoying me
mi dà fastidio il suo modo di fare → his whole attitude gets on my nerves
le dà fastidio se fumo? → do you mind if I smoke?
ha avuto dei fastidi con la polizia → he has had some trouble o bother with the police