fiata

FIATA.

Sempre di tre sillabe, volta, cioè quella, che i latini dicono vicem.
Bocc. n. 56. 11. Il qual più fiate sopra le parole, ec. avea pensato.
Tes. Br. 15. 21. E maestro di conoscere quelle dimostrazioni, ch' elle fanno alle fiate.
Dan. Inf. c. 2. La qual spesse fiate l' huomo ingombra.
Petr. canz. 39. Mille fiate ho chieste a Dio quell' ale.
¶ Per lo tempo.
Dan. Purg. 22. Sentiste prima, e poi lunga fiata.