figliuolo

(Reindirizzato da figliuoli)

FIGLIUOLO.

Il generato, e dicesi più propriamente dell' huomo, ed ha relazione al padre, e alla madre. Lat. filius, filia.
Dan. Inf. c. 1. Figliuol d' Anchise, che venne da Troia.
Bocc. n. 42. 10. Ella ti riceverà volentieri, e come figliuola ti tratterà.
Petr. canz. 49. 11. Raccomandami al tuo figliuol verace. E st. 3. Del tuo parto gentil figliuola, e madre.
G. V. 1. 41. 1. La Città di Firenze, ec. come figliuola, e fattura di Roma. E lib. 4. 9. 2. Arrigucci, e Sizj, e i figliuoli della Tosa [cioè nati della famiglia della Tosa, discendenti, come il Lat. liberi ]
e dicevano Filipetri, Filiromoli, cioè figliuoli di Pietro, e di Romolo, servendosi del secondo caso Latino: e di FILI, e del nome proprio se ne formava il cognome della famiglia: e anche dicevan Firidolfi, Figiovanni: onde anche Dante Fi per figliuolo, non costretto da necessità, ma secondo l' uso del suo tempo.
Dan. Par. c. 11. Per esser fi di Pietro Bernardone.
¶ Per nominazione amorevole, come il Lat. puer, usato da Orazio più volte.
Bocc. n. 52. 9. Figliuolo mess. Gerì non ti manda a me.
Dan. Inf. c. 3. Figliuol mio, disse il Maestro cortese.
E nel vocativo dicevano anticamente, figliuole, quasi il Lat. filiole.
Dan. Purg. c. 23. Lo più che padre mi dicea, figliuole, vienne oramai.
Albert. Non cessare, figliuole, d' udire insegnamento. E altrove. Figliuole, dalla iuventute tua ricevi la dottrina.
Fr. Iac. Cess. Aspettati figliuole, più sono i punti di questi dadi, che tu non vedi.
Traduzioni

figliuolo

son

figliuolo

hijo

figliuolo

zoon

figliuolo

сын

figliuolo

oğul