finocchio

finocchio

(fi'nɔk:jo)
nome maschile
pianta mediterranea, dalle foglie commestibili e dai semi aromatici tisana ai semi di finocchio

finocchio

(fi'nɔk:jo)
nome maschile
volgare omosessuale maschio

FINOCCHIO.

Erba nota, delle cui qualità vedi Matt. Lat. foeniculum.
M. Aldobr. B. V. Messi a bollíre in acqua di fonte viva, con radici d' appio, e di prezzemolo, e di finocchio.
Tes. Br. 5. 1. E mangiano finocchi per aver chiara veduta. E cap. 45. E quando la donnola si combatte con loro, ed ella è morsa da loro, ella incontanente corre al finocchio, o vero alla cicerbita, e mangiane, o vero, ch' ella ne dentecchia.
Dicesi voler la parte sua fino al finocchio, cioè volere infino a un minimo che, che ti tocchi, detto dall' essere il finocchio la cosa di manco pregio, che venga in tavola.
Morg. Per tutte l' altre volte io te lo dico, Ch' io vo' la parte mia fino al finocchio.
¶ Dicesi anche. Esservi come il finocchio nella salsiccia, cioè per ripieno, di chi in un luogo non ha autorità nessuna.
E da FINOCCHIO, INFINOCCHIARE, che vale Dare ad intendere altrui una cosa per un' altra, e cercar di recare altrui, con belle, e dolci parole, a tua volontà, che anche diciamo INZAMPOGNARE: e, per avventura, deriva dal verbo greco. Lat. verba dare.
Bern. Orl. Pensa d' infinocchiar ben Carlo Mano, e una per un' altra dargli a bere.
Lorenz. Med. Canz. Conosciam, che c' infinocchi, e di tutti vuo' la baia.
Traduzioni

finocchio

fennel, queer, fag, fruit, gay

finocchio

hinojo, maricón

finocchio

fenkolo

finocchio

râziyâné

finocchio

feniculo

finocchio

fenykl

finocchio

fennikel

finocchio

μάραθο

finocchio

fenkoli

finocchio

koromač

finocchio

フェンネル

finocchio

회향풀

finocchio

venkel

finocchio

fennikel

finocchio

koper

finocchio

funcho, erva-doce

finocchio

fänkål

finocchio

เม็ดยี่หร่า

finocchio

rezene

finocchio

cây thì là tây

finocchio

茴香

finocchio

שומר

finocchio

копър

finocchio

/chi [fiˈnɔkkjo] sm
a. (Bot) → fennel
b. (offensivo) (omosessuale) → queer, poof (Brit)