forca

forca

('forka)
nome femminile
1. attrezzo agricolo a più punte, usato per rimuovere paglia e sim. ammucchiare il fieno con la forca
2. strumento per impiccagione, alla cui asta trasversale viene appeso un cappio condannare alla forca

FORCA.

Baston lungo, intorno a tre braccia, che ha in cima due, o tre rami detti rebbj, che s' aguzzano, e piegano alquanto, s' adopera, per mettere insieme, e rammontar paglia, e simili cose. Lat. furca. Qui per similit.
Dan. Inf. c. 17. Torcendo in su la velenosa forca [cioè coda biforcata, e fatta, a guisa di forca] E cant. 25. Che 'l serpente la coda in forca fesse.
¶ E FORCA pur per simil. si chiama quella strada, la qual si spartisce in due. Lat. bivium.
G. V. 4. 7. 2. Ebbe due postierle: L' una alla forca di Campo Corbolini, l' altra, ec.
¶ Da forca forcone, strumento simile alla forca, ma con tre rebbj, come 'l tridente: è di ferro, egli si fa il manico di legno, e s' adopera nelle stalle, allo stesso esercizio, che s' adoperrebbe la pala. Lat. tridens, merga.
Ber. Orl. Prese un forcone in mano, e và con esso, Con molta furia addosso al Paladino.
Traduzioni

forca

вила

forca

horca

forca

cangâl, dâr

forca

fourche

forca

furca, patibulo

forca

furcă

forca

daar

forca

/che [ˈforka] sf
a. (Agr) → (pitch)fork
b. (per impiccagione) → gallows sg o pl