forvoglia, e fuorvoglia

FORVOGLIA, e FUORVOGLIA.

In vece d' aggiunto, cioè, fuor di voglia, contra sua voglia. Lat. invitus.
Albert. cap. 25. E ben puoi sapere, che forvoglia dae l' amico, dove pregato tace. E poco sotto. Niuna cosa è onesta, che si fa da huomo, for sua voglia. E cap. 38. Usa scusazione, chentunque puoi, a coloro, che fuorvoglia avrai offeso.