fuio

FUIO.

Oscuro. Lat. furvus, obscurus.
Dan. Par. c. 9. Sì che nulla Voglia di se a te puote esser fuia.
¶ Per bruttato, e macchiato, e nero di vizj.
Com. Nella sua voglia ti puote esser fuia.
FUR è detto il ladro, che imbola di notte, da FURVO, che è a dire OSCURO.
Dan. Inf. c. 12. Non è ladron, ne io anima fuia. Che oggi diremmo anima BIGIA, chiamandola così dal luogo, dov' ella abita, ch' è buio, bigio, oscuro.